mercoledì 15 febbraio 2012

52 Week Project: 6/52


06/02: la Nanetta con in testa il MIO cerchietto del Pacs... Ho avuto la malaugurata idea di aprire la valigia davanti a lei... non potete capire, le si sono illuminati gli occhi! Sarà sicuramente una scrapper in futuro... Ha voluto guardare e toccare (ARGH!) tutto... e poi, quando ha visto il cerchietto, ha detto: "MIO! REGALO!", se l'è messo e non c'è stato verso di toglierglielo per tutto il giorno...

A settembre finalmente Gaia andrà all'asilo... ops! Scuola materna... ops! Scuola dell'infanzia... INSOMMA, in quel posto lì!
Finalmente per lei, perchè le piacciono i bambini e potrà giocare e fare nuove amicizie.
Finalmente per i nonni perchè non avranno più l'impegno di tenerla tutti i giorni (anche se sono contenti di averla in giro per casa perchè è la loro nipotina, so che è un bell'impegno!).
E finalmente anche per me che potrò svegliarmi alla stessa ora e fare la stessa strada tutti i giorni (ora è un casino: lunedì, mercoledì e giovedì è dalla nonna Marina, martedì e venerdì dalla nonna Rita...).
Devo dire però, per fortuna abbiamo i nonni!!!! Perchè l'impegno economico che richiede il nido sarebbe stato impossibile da sostenere per noi... E poi chi lo pagava il mutuo?
Stare con i nonni ha dei pro e dei contro, come tutte le cose.
Nei contro ci mettiamo tutti i vizi, i nonni le fanno fare quello che vuole, ma lei è abbastanza furba da avere capito che con noi non funziona così.
Poi però i nonni la seguono tantissimo, da loro arriva il suo amore per i libri (mia mamma glieli legge sempre e li ha messi tutti alla sua altezza così li può prendere da sola), a 20 mesi faceva dei puzzle da 15 pezzi (e sulla scatola c'era scritto dai 3 anni in su... PAZZESCO!), adora tutti i cartoni della Disney da Biancaneve (che sarà anche il suo vestito di Carnevale), a Pinocchio, passando per Il Re Leone, Dumbo, Lilli & il Vagabondo, Toys... I nonni le hanno insegnato i nomi delle dita, le canzoni (anche vecchie)... Dai nonni impara dei vocaboli nuovi tutti i giorni, capisce il dialetto siciliano e ogni tanto esce fuori con delle sparate che ti lasciano a bocca aperta!
Ieri sera, aspiro il piano superiore di casa quindi camere e bagni, aspiro i tappeti del bagno e li metto in lavatrice per lavarli. Quando Gaia arriva in bagno esclama: "I TAPPETO NON C'E' Pù!!! MAMMA... PASTICCIONA!!!"
Io senza rimasta senza parole. Primo: dove ha sentito la parola PASTICCIONA e perchè l'ha collegata a me? Secondo: cosa pensava, che li avevo aspirati???? Le ho spiegato di averli messi in lavatrice, ma mi sono presa ancora della pasticciona, così... gratuitamente!
Allora ho cambiato discorso... funziona sempre!
Baciottoli

3 commenti:

Claudia ha detto...

simpaticissima Gaia! ...come TE!

Loredana Bucaria ha detto...

Gaia è fortissimaaaaaaa chissà da chi avrà preso eh???
I nonni sono davvero una benedizione! Mi è piaciuto tanto leggere questo tuo racconto .. inizio ad essere un po' meno spaventata dai bimbi :)

Vladimir ha detto...

GAIA, il mio grandissimo Amore!!